Prevendite e prenotazioni online nelle schede dei film in programma

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right

In primo piano

Natale 2021: ritornano i Cineregali!

Nel mese di dicembre, in vista delle feste, tornano i Cineregali!

I Cineregali della Cineteca (speciali combo con i volumi e i cofanetti Edizioni Cineteca e i nostri gadget) sono disponibili dal 7 dicembre al 9 gennaio al Bookshop di Piazza Maggiore (aperto tutti i giorni, compreso il martedì, dal 6 al 9 gennaio, orario continuato dalle 10 alle 19.30, escluso 25-26 e 1° gennaio) e alla cassa del Cinema Lumière.

#Savethedate | Venerdì 17 dicembre, ore 18, apertura straordinaria della Biblioteca Renzi, con i Cineregali della Cineteca  e i golosi panettoni del Forno Brisa.

La programmazione di dicembre

Celebriamo questo dicembre con nuovi, attesissimi, film, come Nowhere Special, capolavoro di Uberto Pasolini, e con le opere più recenti di Steven Spielberg e Ridley Scott. Tra i film di Natale salutiamo l’elegante Diabolik dei Manetti Bros., che tra i tanti meriti hanno quello di aver trasformato Bologna in uno dei set di Clerville.
In omaggio all’ultimo Sorrentino e al suo È stata la mano di Dio, potente affresco autobiografico della sua giovinezza partenopea, abbiamo pensato di chiudere l’anno con un genere che vanta quasi solo capolavori, l’autobiografia, quando cioè un autore ha il coraggio di ritrarsi mettendo in scena la propria vita. Da Fellini a Tarkovskij, da Varda a Scorsese, da Truffaut a Chaplin, da Jodorowsky a Spike Lee, da Cuarón a Moretti. È un genere apparentemente impossibile, in cui artisti della finzione devono sapersi spogliare di ogni autorefenzialità per offrirsi al pubblico con verità e sincerità. Vedere o rivedere i film della rassegna “Autoritratti al cinema” sarà un buon modo per affrontare le feste e il nuovo anno.
A dicembre, la Cineteca ospita inoltre i i festival DIVERGENTI Festival Internazionale di Cinema Trans e il Future Film Festival.

La rassegna di dicembre: "Autoritratti al cinema"

La rassegna “Autoritratti al cinema”, dal 1° al 29 dicembre al Cinema Lumière.

L’uscita nelle sale di È stata la mano di Dio, l’ultimo film di Paolo Sorrentino e suo personale amarcord, ci ha suggerito questo viaggio attraverso il cinema che ha tratto ispirazione dalle vite dei suoi registi. Vite reali, sognate, immaginate, artistiche.
Film come diario, come specchio che riflette passato e identità. Autoritratti creativi, passeggiate memoriali, racconti d’infanzia, autobiografie private che diventano ritratti collettivi, di una generazione, di un’epoca. Fellini, Chaplin, Tarkovskij, Truffaut, Varda, Allen, Scorsese, Moretti, Lee, Cuarón: grandi autori che ci parlano di cinema e di vita – che, forse, per loro come per noi, sono la stessa cosa.

Le prime visioni in Cineteca

Da giovedì 2 dicembre arriva al Lumière Cry Macho – Ritorno a casa di Clint Eastwood, icona del grande schermo dagli anni Sessanta e maestro di un cinema classico capace ogni volta di sorprenderci.

Continuano poi le proiezioni di È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, un’immersione nella memoria per il regista che torna nella sua Napoli e firma il suo personale amarcord, e di The French Dispatch, l’ultimo immaginifico film di Wes Anderson dal cast stellare.

Segnaliamo inoltre l’anteprima (venerdì 3 dicembre, ore 20) di Nowhere Special in cui, dopo Still Life, Uberto Pasolini torna a raccontarci la morte con il suo tono lieve e gentile; il regista introdurrà il film in sala.

Le proiezioni con ospiti di dicembre _ Aperte le prevendite

Alla consueta apertura delle prevendite a cadenza settimanale abbiamo aggiunto, questo mese, l’anticipazione della vendita degli appuntamenti speciali con ospite della programmazione di dicembre.
Scopri gli ospiti – autori, registi, curatori – che accompagneranno le proiezioni di: In campo nemico di Fabio Bianchini (mercoledì 1° dicembre), A Por Por Funeral for Ashirifie di Steven Feld con la presentazione del libro Jazz cosmopolita ad Accra (venerdì 3), Nowhere Special di Uberto Pasolini (venerdì 3), Charles mort ou vif di Alain Tanner (lunedì 6), The Girl in the Fountain di Antongiulio Panizzi (lunedì 13), Diabolik dei Manetti Bros. (giovedì 16), E noi come stronzi rimanemmo a guardare di Pif (venerdì 17).

Inoltre, per salutare il 2021, aperte le prevendite per la proiezione speciale dell’ultimo dell’anno: venerdì 31 dicembre, ore 22.30, con Effetto notte di François Truffaut.

DIVERGENTI Festival Internazionale di Cinema Trans _ Undicesima edizione

Dal 2 al 4 dicembre al Cinema Lumière, il festival internazionale del cinema Trans che si tiene ogni anno a Bologna.

Ideato e organizzato da M.I.T. – Movimento Identità Trans, con la direzione artistica di Nicole De Leo e Porpora Marcasciano, il festival propone una selezione della migliore cinematografia e produzione audiovisiva a tematica trans, nazionale e internazionale, insieme a una serie di incontri e convegni, allo scopo di promuovere la conoscenza della questione transessuale/transgender nelle sue diverse declinazioni, contrastando le barriere e i pregiudizi e stimolando una narrazione diversa che vada al di là degli stereotipi.

Sulla scia del successo, il restauro di 'Mulholland Drive' di David Lynch prosegue la programmazione in molte città italiane

Riportato al cinema dalla Cineteca di Bologna in occasione del 20° anniversario dell’uscita,
Mulholland Drive ha realizzato la miglior media copia nei tre giorni dell’uscita-evento.

Una miglior media copia che ne rilancia la programmazione: il restauro di Mulholland Drive di David Lynch, riportato al cinema dalla Cineteca di Bologna in occasione del 20° anniversario dell’uscita, ha confermato la sua essenza di film cult per generazioni trasversali.
Così, sulla scia del successo dell’uscita-evento di tre giorni, Mulholland Drive rimarrà in sala in molte città italiane, da quelle più grandi ai piccoli centri, secondo quella distribuzione capillare costruita negli anni dal progetto Il Cinema Ritrovato al cinema, con il quale la Cineteca di Bologna riporta in sala i classici restaurati.

Giovedì 11 novembre si è tenuta una chiacchierata online sul capolavoro di Lynch con Mary Sweeney, produttrice e montatrice del film, e Peter Deming, direttore della fotografia (che ha lavorato con Lynch anche in Strade perdute e nella terza stagione di Twin Peaks).

Domenica Matinée di novembre in Cineteca

Ogni domenica mattina al Cinema Lumière uno speciale appuntamento proiezione + colazione: prima di ogni spettacolo, specialty coffeee pasticceria a cura del Forno Brisa per tutti gli spettatori (ingresso: 7 € intero, 6 € ridotto).

Protagonisti delle Domenica Matinée questo mese i film delle rassegne “Cinema italiano oggi”, “Il cinema delle donne” e la speciale anteprima Il Cinema Ritrovato al cinema con Mulholland Drive in versione restaurata. Prossimi appuntamenti, domenica 5 dicembre con Mulholland Drive di David Lynch e con Lezioni di piano di Jane Campion.

L’appuntamento con la combo mattina al cinema e gustosa colazione si estende a novembre anche all’appuntamento settimanale di Cinenido – Visioni disturbate, rivolto ai neogenitori e ai loro bebè, ogni mercoledì mattina al Lumière: prossima proiezione, mercoledì 8 dicembre ore 10, con È stata la mano di Dio..

Future Film Festival _ Ventunesima edizione

Dall’8 al 12 dicembre al Cinema LUmière, Future Film Festival riparte quest’anno con nuove location e nuove date. Il festival, a tema Split Screen, lo schermo contemporaneo diviso in multiscreen per una visione sempre più contaminata, si occuperà non solo di grande schermo ma anche di realtà aumentata e realtà virtuale, gamification e piccolo schermo di ieri e di oggi.

'Versi perversi', dal 27 novembre nelle sale italiane

 

Nel progetto di distribuzione della Cineteca di Bologna, dal 27 novembre nelle sale,  il film di animazione proposto dalla Magic Light Pictures. Tratti dall’omonimo libro di Roald Dahl illustrato da Quentin Blake, i due episodi di cui si compone Versi perversi presentano celebri personaggi delle fiabe tradizionali (Cappuccetto Rosso, Biancaneve e i sette nani, Jack e il fagiolo magico, Cenerentola e I tre porcellini) alle prese con colpi di scena inaspettati, che ribaltano le loro storie per crearne di nuove.

Bologna fotografata: il nuovo portale online e una mostra in Salaborsa

La Cineteca di Bologna aggiunge un nuovo importante tassello al suo pluridecennale lavoro sulla memoria della città attraverso la fotografia.

Online bolognafotografata.com, un archivio d’immagini della città catalogate, digitalizzate e facilmente accessibili, costruito a partire dalle collezioni fotografiche della Cineteca di Bologna, che oggi conta 2 milioni di immagini.

E fino al 29 novembre, in Biblioteca Salaborsa, una mostra con una selezione di fotografie.

Per l’occasione, le Edizioni Cineteca di Bologna ripropongono in seconda ristampa il volume Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi che, attraverso lo sguardo molti fotografi, ripercorre la storia di Bologna da metà Ottocento ai giorni nostri in oltre 500 rare immagini, accompagnate da brevi testi di carattere storico.

Amici più di prima: le nuove tessere della Cineteca di Bologna

Dopo un anno e mezzo di pandemia e aperture incerte, di rinnovi automatici e visioni Fuori Sala, per la stagione 2021/2022 tornano finalmente le tessere annuali Amici e Sostenitori della Cineteca di Bologna. Per ricominciare a vivere tutti insieme l’esperienza del Cinema nel luogo che gli spetta di diritto: la sala cinematografica!

Disponibili online, al Bookshop di Piazza Maggiore e alla cassa del Lumière le tessere Amici della Cineteca, Sostenitore Bianco e Nero e Sostenitore 3D.

Il Cinema Ritrovato 2021... un'edizione da riscoprire!

Sono online, consultabili gratuitamente sul canale YouTube della Cineteca di Bologna, le Lezioni di Cinema e gli Incontri sul restauro nel programma della XXXV edizione del festival “Paradiso dei cinefili”.

Edizioni Cineteca | 'Monsieur Verdoux'

Disponibile sul Cinestore della Cineteca (e dal 2 dicembre in libreria), il cofanetto con il nuovo restauro di Monsieur Verdoux di Charlie Chaplin, rarità e approfondimenti.

Il film che lasciò il pubblico sconcertato – e che venne tacciato di comunismo nel clima isterico di una caccia alle streghe ai suoi albori – segnò l’inizio della fine dei rapporti di Chaplin con l’America. Allo stesso tempo i più grandi critici e artisti dell’epoca colsero la potenza di questo meraviglioso film allucinatorio, a cui dedicarono pagine rimaste nella storia della critica cinematografica novecentesca.

Edizioni Cineteca | 'Il dolce rumore della vita'

È disponibile per Edizioni Cineteca Il dolce rumore della vita, Giuseppe Bertolucci tra cinema, teatro, televisione e poesia. Contiene il documentario Evviva Giuseppe di Stefano Consiglio.

Il volume ha l’obiettivo di studiare alcuni degli aspetti salienti della sua attività proponendo uno sguardo d’insieme tale da privilegiare alcuni momenti che riteniamo particolarmente significativi. Nella prima parte del libro gli studiosi coinvolti analizzano film, tematiche, figure attoriali, caratteristiche estetiche e stilistiche, con l’intento di rimisurare i vari momenti della carriera di Bertolucci e di andare oltre la prospettiva meramente autoriale; Nella seconda parte sono raccolti ricordi e testimonianze di attori, sceneggiatori e artisti vicini a Bertolucci, che hanno collaborato ai suoi scritti e alle sue regie.

Le nostre sale

Cinema Lumière |
Sala Mastroianni

Cinema Lumière |
Sala Scorsese

Sala Cervi