event
Giorno:
Oggi
Domani
Dopodomani
place
Sale:
Tutte
Lumière
DAMSLab
Sala Cervi
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right

In primo piano

Anticipazioni: Pasolini 100

 

La Cineteca per il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. La traccia che Bologna ha lasciato nella formazione di una delle anime più sensibili del nostro Novecento, dalla nascita, in via Borgonuovo, il 5 marzo 1922, agli anni del liceo e dell’università, con un maestro come Roberto Longhi che ne plasmò lo sguardo e lo instradò verso una passione, quella per l’arte figurativa, che lo accompagnerà lungo tutto il suo poliedrico percorso creativo. Una vera e propria folgorazione.

In occasione dei 100 anni di PPP, una mostra, un convegno, due pubblicazioni, una retrospettiva integrale, la distribuzione in tutta Italia di una selezione dei suoi film.

Giornata della memoria in Cineteca

Giovedì 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, doppio appuntamento al Cinema Lumière con il doc C’è un soffio di vita soltanto, presentato dalla protagonista Lucy Salani.

In programma anche il film polacco del 1960 Giulietta, Romeo e le tenebre.

Aperte le prevendite per gli spettacoli con ospite del mese di febbraio

Anche nel mese di febbraio, all’apertura a cadenza settimanale delle prevendite dei biglietti per gli spettacoli in programma nelle sale della Cineteca (ogni mercoledì sui sette giorni successivi), aggiungiamo la vendita anticipata di tutti gli appuntamenti del mese con ospite.

Valerio Mastandrea torna al Lumière per la retrospettiva in suo onore

Due incontri con il pubblico del Cinema Lumière sabato 29 e lunedì 31 gennaio: primo appuntamento sabato 29 gennaio, quando l’attore romano presenterà Non pensarci di Gianni Zanasi.

Nei cartelloni di fine gennaio e febbraio, l’omaggio della Cineteca di Bologna a Valerio Mastandrea.

Le prime visioni della settimana


Da giovedì 27 gennaio
una nuova settimana di prime visioni in lingua originale (con sottotitoli in italiano).
Continuano al Lumière gli spettacoli di prima visione con West Side Story di Steven Spielberg, vincitore di tre premi agli ultimi Golden Globes, e Vampyr di Dreyer in versione restaurata, al Lumière fino a fine mese.
Nuova entrata nel programma del Lumière per La fiera delle illusioni – Nightmare Alley di Guillermo del Toro, tratto dal romanzo del 1946 di William Lindsay Gresham, secondo adattamento dopo quello di Edmund Goulding con Tyrone Power (visto al festival Il Cinema Ritrovato lo scorso anno). L’ascesa di un uomo nell’America degli anni Quaranta, da imbonitore da fiera a grande indovino per l’alta società, fino all’incontro fatale con una psichiatra manipolatrice. Tra noir e dramma psicoanalitico, un sogno americano costruito sull’illusione e sull’inganno

La storia del Lumière al Lumière

 

I film dei grandi registi che sono stati ospiti della Cineteca.
Fino al 28 gennaio la seconda parte della retrospettiva dedicata alla storia di una sala cinematografica unica, con uno sguardo ai maestri del Terzo Cinema.

Dal 10 gennaio nelle sale italiane 'Vampyr' di Dreyer

 

Siamo felici di iniziare il 2022 con un film tanto celebre quanto “invisibile”: Vampyr, di Carl Theodor Dreyer, uscirà nei cinema italiani dal 10 gennaio in una nuova edizione 4K, accompagnata dalla colonna sonora originale composta da Wolfgang Zeller ed eseguita per l’occasione dall’orchestra del Teatro Comunale di Bologna. 

Liberamente ispirato ad alcuni racconti di Sheridan Le Fanu, primo esperimento di Dreyer con il sonoro, Vampyr ha marchiato a fuoco l’immaginario horror e fantastico fin dalla sua uscita nel 1932. Mai distribuito ufficialmente in Italia, di difficile reperibilità anche per la fruizione “domestica” se non in qualità assai scadente, il capolavoro di Dreyer arriva così per la prima volta nei cinema nella sua edizione definitiva.

Fino a fine mese la rassegna dedicata a Dreyer

Dall’8 al 31 gennaio al Cinema Lumière la rassegna “La passione di Carl Th. Dreyer”.

Vampyr, capolavoro tra muto e sonoro, tra vita e oltrevita, l’incubo bianco che si staglia irripetibile nella storia del cinema orrorifico, è Il Cinema Ritrovato al cinema di questo mese. Intorno, abbiamo ripercorso il solitario viaggio nel cinema di Carl Th. Dreyer. L’asprezza del realismo e la forza visionaria dei primi film; la personale declinazione dell’avanguardia e del fantastico; i grandi film della maturità, nella progressiva depurazione di una scrittura sempre più limpida e rituale.

Alla scoperta delle rassegne di gennaio

Abbiamo salutato il nuovo anno con Billy Wilder, nei primi giorni di gennaio… ci è sembrato il miglior modo per augurarvi buon 2022!

A seguire l’integrale Farhadi e la rassegna “La passione di Carl Th. Dreyer”, in occasione dell’uscita nelle sale italiane del restauro di Vampyr. E poi, con Arte Fiera, torna il ciclo “Art City Cinema”. Continuano – con la rispettiva seconda parte – le proiezioni di “Lumière: una storia di incontri” e l’omaggio a Valerio Mastandrea.
Non mancheranno naturalmente i nuovi appuntamenti con le proiezioni+colazione delle Domenica Matinée e le proposte per i più piccoli di Schermi e Lavagne (Cineclub per bimbi e ragazzi e Cinenido | Visioni disturbate).

Monica Bellucci ospite della Cineteca



Domenica sera Monica Bellucci ha incontrato il pubblico del Cinema Lumière in occasione della proiezione di The Girl in the Fountain, lavoro firmato da Antongiulio Panizzi, nel quale la stessa Bellucci veste i panni di Anita Ekberg, in un film che mescola fiction e documentario.

Quella di Anita Ekberg che s’immerge nella Fontana di Trevi nella ‘Dolce vita’ di Fellini è una delle immagini più iconiche della storia del cinema. Grazie a quel film epocale l’attrice divenne diva internazionale, ma la sua vita fu tutt’altro che dolce.

Gli ospiti di gennaio in Cineteca

Anche nel nuovo anno Cineteca ospiterà alcuni dei volti più rappresentativi del cinema italiano e internazionale: da Monica Bellucci a Valerio Mastandrea, da Leonardo Di Costanzo a Edoardo Gabbriellini, numerosi saranno i registi e gli interpreti che incontreranno il pubblico del cinema Lumière nel mese di gennaio.

Le prevendite per tutti gli appuntamenti con ospite del mese di gennaio  sono aperte.

Bologna fotografata: il nuovo portale online e una mostra in Salaborsa

La Cineteca di Bologna aggiunge un nuovo importante tassello al suo pluridecennale lavoro sulla memoria della città attraverso la fotografia.

Online bolognafotografata.com, un archivio d’immagini della città catalogate, digitalizzate e facilmente accessibili, costruito a partire dalle collezioni fotografiche della Cineteca di Bologna, che oggi conta 2 milioni di immagini.

Per l’occasione, le Edizioni Cineteca di Bologna ripropongono in seconda ristampa il volume Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi che, attraverso lo sguardo molti fotografi, ripercorre la storia di Bologna da metà Ottocento ai giorni nostri in oltre 500 rare immagini, accompagnate da brevi testi di carattere storico.

I migliori film del 2021

 

Tempo di bilanci e classifiche quello a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno. Il team di critici del magazine Cinefilia Ritrovata ha stilato la classifica dei dieci migliori titoli del 2021.

Dedicato ai piccoli cinefili: Edizioni Cineteca | 'Il Gruffalò' e 'Gruffalò e la sua piccolina'

 

Seconda ristampa Dvd e booklet (con schede-gioco per bambini dai 6 anni in su). Il Gruffalò e il suo seguito, Gruffalò e la sua piccolina, sono diventati grazie al talento dello Studio Soi due divertenti e pluripremiati film d’animazione (il primo è stato candidato all’Oscar) che uniscono la tradizionale tecnica d’animazione a passo uno con la computer grafica. Ve li presentiamo in prima edizione italiana, insieme a Il gigante della montagna di Rå, piccolo gioiello d’animazione del 1974 recentemente riscoperto dalla Cineteca di Bologna.

Edizioni Cineteca | 'Monsieur Verdoux'

Disponibile sul Cinestore della Cineteca (e dal 2 dicembre in libreria), il cofanetto con il nuovo restauro di Monsieur Verdoux di Charlie Chaplin, rarità e approfondimenti.

Il film che lasciò il pubblico sconcertato – e che venne tacciato di comunismo nel clima isterico di una caccia alle streghe ai suoi albori – segnò l’inizio della fine dei rapporti di Chaplin con l’America. Allo stesso tempo i più grandi critici e artisti dell’epoca colsero la potenza di questo meraviglioso film allucinatorio, a cui dedicarono pagine rimaste nella storia della critica cinematografica novecentesca.

Edizioni Cineteca | 'Il dolce rumore della vita'

È disponibile per Edizioni Cineteca Il dolce rumore della vita, Giuseppe Bertolucci tra cinema, teatro, televisione e poesia. Contiene il documentario Evviva Giuseppe di Stefano Consiglio.

Il volume ha l’obiettivo di studiare alcuni degli aspetti salienti della sua attività proponendo uno sguardo d’insieme tale da privilegiare alcuni momenti che riteniamo particolarmente significativi. Nella prima parte del libro gli studiosi coinvolti analizzano film, tematiche, figure attoriali, caratteristiche estetiche e stilistiche, con l’intento di rimisurare i vari momenti della carriera di Bertolucci e di andare oltre la prospettiva meramente autoriale; Nella seconda parte sono raccolti ricordi e testimonianze di attori, sceneggiatori e artisti vicini a Bertolucci, che hanno collaborato ai suoi scritti e alle sue regie.

Il Cinema Ritrovato 2021... un'edizione da riscoprire!

Sono online, consultabili gratuitamente sul canale YouTube della Cineteca di Bologna, le Lezioni di Cinema e gli Incontri sul restauro nel programma della XXXV edizione del festival “Paradiso dei cinefili”.

Le nostre sale

Cinema Lumière |
Sala Mastroianni

Cinema Lumière |
Sala Scorsese

Sala Cervi