Una strana famiglia. Nuovi classici del K-Cinema

30/03/2021

Nella sala virtuale del Cinema Lumière, all’interno del progetto #iorestoinSALA, da giovedì 1° aprile sette opere che hanno riformato il cinema coreano.
In collaborazione con Far East Film Festival / Fareastream.

Quando la Samsung non aveva ancora lanciato il suo primo smartphone, quando i BTS erano ancora bambini e quando Ahn Jung-hwan firmava il goal che avrebbe eliminato l’Italia dai Mondiali, la storia del cinema coreano segnava una svolta con la creazione di veri e propri nuovi classici. Una strana famiglia di autori, attori, registi e produttori, figli della repressione ideologica, che hanno saputo polverizzare il box office con il loro splendido cinema di genere. Una strana famiglia di artisti che, senza mai smettere di criticare la società coreana, hanno sollevato un’onda e l’hanno fatta arrivare fino ai giorni nostri. Fino, cioè, ai  quattro leggendari Oscar di Parasite

Sette sono i film selezionati per questo percorso ideato dal Far East Film Festival, cominciando da The Quiet Family di Kim Jee-woon: un’irresistibile commedia nera che si classificò terza al Far East Film Festival di Udine nel 1999. Nel cast Choi “Oldboy” Min-sik che troviamo anche nel melò-thriller Happy End di Jung Ji-woo: un sensualissimo ballo a tre per un marito, la moglie (una stupefacente Jeon Do-yeon, Gelso d’Oro del FEFF alla Carriera nel 2019) e l’amante. Nel 2001  si sono poi contesi la vittoria udinese The Foul King di Kim Jee-woon e Joint Security Area di Park Chan-wook (alla fine s’impose il “Re”, lasciando  il futuro “Mister Vendetta” al secondo posto). Ma il vero campione fu Song “Parasite” Kang-ho, strabiliante protagonista di entrambi i film: senza ombra  di dubbio l’attore che ha incarnato maggiormente la rinascita coreana.  Troviamo poi Moon So-ri nell’appassionato dramma sportivo Forever the Moment (primo film al mondo sulla pallamano), mentre due sono i titoli del  maestro Im Sang-soo: La moglie dell’avvocato, opera tragicomica e  carnale, e The President’s Last Bang, controversa commedia nera  sull’assassinio del presidente Park (qui nella versione integrale e restaurata).

I film

Forever the Moment
2008, Corea del Sud
Sportivo, 124 min
Regia: Yim Song-rye
Cast: Moon So-Ri, Kim Jung-eun, Uhm Tae-woong, Kim Ji Young

Atene 2004, la nazionale coreana di pallamano raggiunge la finale. La determinazione di un gruppo di donne nell’inseguire un sogno che sembra loro negato.

The Foul King
2000, Corea del Sud
Drammatico, commedia, 111 min
Regia: Kim Jee-woon
Cast: Song Kang-ho, Chang Jin-young, Park Sang-myeon, Cheong Wung-in, Song Young-chang

Il timido Dae-ho cerca nel wrestling una rivalsa diventando The Foul King, un lottatore abile ma truffaldino. Funambolica e caustica commedia con uno strabiliante Song Kang-ho.

Happy End
1999, Corea del Sud
Thriller, sentimentale, 100 min
Regia: Jung Ji-woo
Cast: Jeon Do-yeon, Choi Min-sik, Joo Jin-mo

Un melò che si fa thriller. Un morboso e pericoloso ballo a tre per un marito, la moglie e l’amante. Uno dei migliori esordi del nuovo cinema coreano.

JSA Joint Security Area – JSA
2000, Corea del Sud
Crime, 109 min
Regia: Park Chan-wook
Cast: Song Kang-ho, Lee Bzung Heon, Lee Yeong-ae

Park “Mr. Vendetta” Chan-wook confeziona questo thriller su un omicidio al confine delle due coree. Storia di un crimine ma anche di una fratellanza negata.

La moglie dell’avvocato
2003, Corea del Sud
Drammatico, erotico, 106 min
Regia: Im Sang-soo
Cast: Moon So-Ri, Hwang Jung-min, Yun Yeo-jung, Kim In-mun

Eun, tradita dal marito con una ragazza più giovane, inizia una relazione col giovane vicino di casa. Dal maestro Im Sang-soo un’opera tragicomica, carnale e ricca di sfumature.

The President’s Last Bang
2005, Corea del Sud
Drammatico, commedia,, 102 min
Regia: Im Sang-soo
Cast: Han Seok-gyu, Baek Yun-shik, Song Jae-ho, Kim Eung-su, Jeong Won-jung

Nel 1979 il presidente sudcoreano Park viene ucciso da un’improvvisata congiura di palazzo. Una controversa commedia nera che mescola fatti veri e finzione.

The Quiet Family
1998, Corea del Sud
Thriller, commedia, 99 min
Regia: Kim Jee-woon
Cast: Park In-Hwan, Na Mun-Hee, Song Kang-ho, Choi Min-sik, Ko Ho-Kyeong

La famiglia Kang apre una locanda dove i clienti, stranamente, iniziano a morire come mosche. Una commedia nera sulle assurdità della famiglia “tipo”.

Nella sala virtuale del Cinema Lumière, all’interno del progetto #iorestoinSALA, da giovedì 1° aprile sette opere che hanno riformato il cinema coreano.
In collaborazione con Far East Film Festival / Fareastream.

Gallery

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right