ANDREJ RUBLËV

(URSS/1966) di Andrej Tarkovskij (183')

Opera seconda di Tarkovskij e capolavoro del cinema sovietico, dedicata alla vita del grande pittore di icone vissuto tra Trecento e Quattrocento. “Una visione dell’arte come dono inspiegabile e scommessa con il destino che contrasta con l’indole razionale dell’uomo e con la sua incapacità di accettarsi. Andrej Rublëv è l’artista della modernità, colui che traghetta la pittura dal formalismo bizantino a un’umanizzazione vicina a quella degli artisti rinascimentali” (Serafino Murri). La sceneggiatura è firmata dal regista con Andrej Končalovskij.