IO SONO UN AUTARCHICO

(Italia/1976) di Nanni Moretti (95')

Disavventure pubbliche e private di un gruppo di teatranti impegnati a mettere in scena uno spettacolo off in una cantina romana. Girato in Super8 nel 1976 con amici, familiari e intellettuali – Beniamino Placico, Paolo Flores D’Arcais – come attori, dopo un passaggio al Filmstudio di Roma il primo lungometraggio del regista romano venne stampato in 16mm, distribuito l’anno successivo in sala e trasmesso dal Secondo Canale della Rai. Nasce così il fenomeno Moretti, che crea qui il suo alter-ego Michele Apicella (è il cognome della madre) e imbastisce una satira lucida della cultura post-sessantottina “che gronda d’umorismo rabbioso e disincantato, non privo di un certo spirito goliardico” (il Mereghetti). Battuta-simbolo: “Il dibattito no!”. Non mancano le stoccate al cinema italiano dei ‘maestri’. (gds)
Copia 35mm proveniente da CSC – Cineteca Nazionale
Rassegna in collaborazione con Sacher Film