H 21.30
Sabato
14 Ago 2021

Extraliscio – Punk da Balera

(Italia/2020) di Elisabetta Sgarbi (90')
Serata di chiusura. Si balla!

Regia: Elisabetta Sgarbi. Sceneggiatura: Ermanno Cavazzoni, Elisabetta Sgarbi, Eugenio Lio. Fotografia: Andres Arce Maldonado. Montaggio: Elisabetta Sgarbi, Andres Arce Maldonado. Musica: Extraliscio. Interpreti: Extraliscio (Mirco Mariani, Moreno Conficconi, Mauro Ferrara), Ermanno Cavazzoni, Biagio Antonacci, Francesco Bianconi, Orietta Berti, Vasco Brondi, Riccardo Casadei, Elio, Lodo Guenzi, Jovanotti. Produzione: Betty Wrong Productions. Durata: 114’
Copia proveniente da Nexo Digital

Scarica la cartolina della serata

Extraliscio è energia, amore per la musica, per il fare musica e per fare ballare, estro, improvvisazione e studio, malinconia e gioia, liscio e punk. Ho scoperto gli Extraliscio, grazie a Ermanno Cavazzoni, e ho scoperto di averli sempre avuti dentro di me, di averli sempre ballati, come un suono, o un palloncino, che insegui una vita, senza sapere perché.

Elisabetta Sgarbi

 

Prendete un’influente editrice ferrarese ossessionata da musica punk e balere (Elisabetta Sgarbi), aggiungete un polistrumentista (Mirco Mariani) di Bagno di Romagna con un passato glorioso di batterista al fianco di Enrico Rava e Vinicio Capossela. E versate nel bicchiere un poeta e scrittore emiliano (Ermanno Cavazzoni), autore del romanzo Il poema dei lunatici a cui Federico Fellini si ispirò per il suo ultimo film, La voce della luna, giusto trent'anni fa. Se non basta, distillate qualche goccia di Moreno ‘il Biondo’ Conficconi, clarinettista e storico capo dell’orchestra Casadei che solo a nominarla è già un mondo, e di Mauro Ferrara, cantante e collega di una vita, l’Alain Delon della Romagna. Agitate e buttate giù tutto d’un fiato, rigorosamente senza ghiaccio. È questa la ricetta psichedelica degli Extraliscio, alta gradazione alcolica e tasso esponenziale di follia.
Chiamarla band è riduttivo, anche se tutto parte dal folk romagnolo: corpi avvinghiati sotto la palla stroboscopica, volteggi sui tacchi, profumo di brillantina, capelli tinti e canzoni d'amore intonate a squarciagola. La musica, invece, affonda le radici nel liscio ma attraversa l’Adriatico, penetra nei Balcani e sconfina nei Carpazi aprendosi ai ritmi dispari e alle chitarre scordate, ai violini klezmer e alle atmosfere gipsy punk, dalle parti dei Gogol Bordello e della Kocani Orkestar. “Come dice Goran Bregovic, ‘Chi non è pazzo non è normale’”, esordisce per restare in tema Mirco Mariani, barbone folto e cappellino da baseball, mentre camminiamo sotto i portici nel centro di Bologna: “La balera ha fatto incontrare ritmi e balli diversi: cha-cha-cha, tango, rumba, swing. Ora il liscio è una musica globale e al tempo stesso autentica e popolare perché nata in questa terra. Ed è punk perché senza regole” […].
Extraliscio – Punk da balera, firmato da Sgarbi con il nome Betty Wrong, in un certo senso è una storia d’amore, una favola contemporanea esilarante e struggente, con la voce narrante di Cavazzoni e i “supereroi” (come li chiama Mariani) del liscio protagonisti, quelli che “si balla finché non entra la luce dell'alba”, in un'atmosfera a metà strada tra il road movie Leningrad Cowboys go America (1989) di Aki Kaurismaki e Il tempo dei gitani (1988) di Emir Kusturica.

Emanuele Coen

Scopri le modalità di accesso e prenotazione
Lingua
Lingua: italiano
Festival
Info biglietteria
Ingresso libero con prenotazione