Gli anni amari

(Italia/2019) di Andrea Adriatico (110')

È il 1970. Il giovane Mario Mieli decide di vivere in modo libero e spregiudicato la propria omosessualità: lo vediamo, truccato e vestito con gli abiti della madre, rimorchiare uomini per strada con la stessa facilità con cui si fa di Lsd. E poi è il 2012. Andrea è un uomo adulto, tra i cinquanta e i sessanta anni. Rilegge Elementi di critica omosessuale, appena ristampato. Vuole realizzare un documentario su quella storia mai raccontata, il movimento gay italiano degli anni Settanta. Lui c’era. La memoria riaffiora. Nel lungometraggio si intrecciano le storie di Andrea e Mario fino al 1983, quando Mieli si toglie la vita.