H 18.00
Sabato
02 Ott 2021

Léon Morin, prete

(Léon Morin, prêtre, Francia-Italia/1961) di Jean-Pierre Melville (115')
Bébel e Seberg

“Penso che la religione sia utile se la si considera come una base morale. La fede è qualcosa che mi sfugge, dato che non riesco a immaginare che si possa credere a qualcosa che non esiste”. A partire da questa base razionalista, Melville costruisce anche il tono dell’interpretazione di Belmondo, l’asciutto rigore di un attore qui ammirevolmente estraneo a se stesso.
Il suo Léon Morin è il prete di un piccolo paese nella Francia occupata, dove la resistente Emmanuelle Riva, ebrea, comunista e atea, trova conforto proprio nelle lunghe conversazioni con lui. Sono un uomo e una donna, i sentimenti si fanno strada, ma la strada che percorreranno sarà dura, malinconica, melvilliana.
(pcris)

Restaurato da StudioCanal presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata

Lingua
Versione originale con sottotitoli in italiano
Lingua: francese
Rassegne