Tardo autunno

(Akibiyori, Giappone/1960) di Yasujiro Ozu (129')

Questo ironico film impregnato di agrodolce nostalgia, quasi un remake al femminile di Tarda primavera, mette in scena i maneggi di tre vecchi amici: in gioventù corteggiavano una bella donna, ora vedova, e adesso vorrebbero aiutarla combinando il matrimonio di sua figlia. Con il suo stile semplice e rigoroso, Ozu torna a riflettere sul tempo che scorre, sui rapporti famigliari in mutamento e sul contrasto fra tradizione e modernità.

 

Puoi approfondire su: