UN CONFINE INCERTO

(Italia-Germania/2019) di Isabella Sandri (114')
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right

Arriva in esclusiva su #iorestoinSALA, da mercoledì 10 marzo, il nuovo film di Isabella Sandri, Un confine incerto, distribuito dalla Cineteca di Bologna, in collaborazione con la Polizia di Stato e Save The Children Italia.

Presentato al Torino Film Festival nel 2019, Un confine incerto affronta in modo rigoroso e documentato, senza sottovalutazioni o sensazionalismi, il difficile tema della pedo-pornografia, e vede nel cast Cosmina Stratan (Palma d’oro a Cannes per Oltre le colline), Moisè Curia (volto noto per il suo lavoro televisivo, in particolare per i ruoli interpretati nella fiction di grande successo Braccialetti rossi), Valeria Golino e, per la prima volta sullo schermo, la piccola Anna Malfatti.

 

A Roma, l’agente Milia Demez indaga su una rete di pedofili. Si sente impotente di fronte all’orrore quotidiano con cui viene a contatto. La conoscenza del Ladino l’aiuterà ad affrontare il caso di una bambina sudtirolese scomparsa. “In questi ultimi anni ho raccontato storie di bambini: dai profughi palestinesi in Libano agli orfani in Afghanistan, dai figli dei lavoratori in Messico a quelli sopravvissuti in Ruanda. E mi sono chiesta: qual è una delle crudeltà più gravi che continua a esistere in questa nostra epoca, uno dei mali peggiori? Forse portare via il futuro all’essere umano, la forza di credere in sé. Uccidere la sua forza ma anche – forse peggio – la sua parte tenera. Uccidere la tenerezza che l’essere umano ha dentro: il bambino.” (Isabella Sandri)

Per saperne di più, leggi l’approfondimento.