H 18.00
Mercoledì
18 Nov 2020

Visioni Ambientali / Visioni Acquatiche

Visioni Italiane in streaming
#visioniitaliane
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
Il muro bianco
(Italia/2019) di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi (13')
keyboard_arrow_down

Un’insegnante e una preside devono proteggere gli studenti di una scuola elementare da un nemico invisibile.

Andrea Brusa (Milano, 1983) e Marco Scotuzzi (Brescia, 1983)

Nel 2013, con il produttore Andrea Italia, hanno dato vita al gruppo creativo Nieminen. Dal 2016 firmano insieme la regia dei loro progetti: Respiro (2016), in concorso a Visioni Italiane 2017 e finalista ai Nastri d’Argento 2017, e Magic Alps (2018), in concorso a Visioni Italiane 2018.

Le mani sulle macerie
(Italia/2019) di Niccolò Riviera (15')
keyboard_arrow_down

Un padre e un figlio lottano ogni giorno per preservare la loro attività di mandriani dopo un violento terremoto che si è portato via il paese, gli affetti e qualsiasi speranza di una vita normale.

Niccolò Riviera (Milano, 1984)

Laureato in Cinema, Televisione e New Media, si affaccia al filmmaking come freelance, girando e montando fashion film e web-advertising. Comincia a muovere i primi passi nel cinema ricoprendo ruoli di produzione. Le mani sulle macerie è il suo primo cortometraggio da regista.

Ossigeno
(Italia/2019) di Beatrice Sancinelli (7')
keyboard_arrow_down

In un mondo offuscato dal progresso tecnologico e dall’innovazione, può una semplice azione diventare rivoluzione? Può una bambina cambiare le sorti del nostro pianeta?

Beatrice Sancinelli (Bergamo, 1995)

Ha studiato video design presso l’Istituto Europeo di Design di Milano e nel 2019 si è specializzata in ripresa 16/35mm presso la National Film and Television School di Londra. Dal 2016 lavora come pittrice e come assistente fotografa, attrice e aiuto regia per cortometraggi, video musicali e spot aziendali. Ossigeno è il suo primo cortometraggio d’animazione.

Apollo 18
(Italia/2019) di Marco Renda (9')
keyboard_arrow_down

Il viaggio raccontato come dramma e sogno. Due punti di vista che convergono in un suggestivo e surreale incontro.

Marco Renda (Bari, 1984)

Diplomato in regia cinematografica presso la Nuova Università del Cinema, nel 2008 viene selezionato al Centro Sperimentale di Cinematografia. Tra le sue opere: Me e re (2011), Sugar Plum Fairy (2016), nominato al Globo d’oro, Uccia (2018). Il suo primo lungometraggio s’intitola Edhel (2017).

Acquario
(Italia/2018) di Lorenzo Puntoni (15')
keyboard_arrow_down

In una tragica giornata trascorsa in piscina si incontrano due umanità profondamente distanti ma allo stesso tempo collegate.

Lorenzo Puntoni (Portoferraio, 1986)

Diplomato presso l’Accademia dell’immagine dell’Aquila, collabora per quattro anni con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma in qualità di aiuto regista.  Acquario è il suo cortometraggio d’esordio.

Sealand
(Italia/2018) di Vincenzo Campisi (11')
keyboard_arrow_down

Nel 1966 l’inglese Roy Bates occupa una piattaforma militare costruita in acque internazionali durante la Seconda guerra mondiale. Nasce così il principato di Sealand, la nazione più piccola del mondo.

Vincenzo Campisi (Messina, 1991)

Laureato alla Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Palermo con una tesi in Storia del cinema, si iscrive al Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Lombardia, e realizza diversi spot pubblicitari. Tra le sue opere: Il bosco orizzontale (2017) e Milzaman (2017).

Bythos
(Italia/2019) di Denis Ripamonti e Maria Noemi Grandi (5')
keyboard_arrow_down

Due bambini giocano sereni in riva al mare. La caduta della palla in acqua trasforma l’atmosfera di bucolica armonia in un’esperienza palingenetica.

Denis Ripamonti (Erba, 1993) e Maria Noemi Grandi (Lodi, 1994)

Sono laureati in Cinema presso l’Università IULM di Milano. Denis lavora come filmmaker e montatore, principalmente con Natia Docufilm. Maria Noemi ha lavorato come giornalista per Radio Vaticana e Mediaset e si sta occupando del montaggio di un documentario. Bythos è il loro primo cortometraggio.

 

A seguire

Incontro con gli autori delle sezioni Visioni Ambientali e Visioni Acquatiche

Lingua
Lingua: italiano
Festival