H 21.30
Lunedì
16 Nov 2020

Visioni Doc / ER Cinema

Visioni Italiane in streaming
#visioniitaliane
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
Marisol
(Italia/2019) di Camilla Iannetti (52')
keyboard_arrow_down

La prima comunione di una bambina, di un padre e della Madonna a cui entrambi si affidano. In un basso palermitano si può essere felici con quasi nulla di superfluo a cui aggrapparsi.

Camilla Iannetti (Roma, 1993)

È laureata in Antropologia culturale e ha frequentato il Centro Sperimentale di Palermo. La sua ricerca si focalizza sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza e sui rapporti tra genitori e figli. Tra le sue opere: Uno, due, tre (2017) e Schritten (2018).

Armonia
(Italia/2018) di Giovanni Mauriello (17')
keyboard_arrow_down

L’orgoglio di una transessuale molto chic che il pregiudizio l’ha combattuto e sconfitto negli anni Ottanta. E ora riesce a guardarlo perfino con dolcezza, se non proprio con rimpianto.

Giovanni Mauriello (Roma, 1992)

Dopo la laurea in Lettere, nel 2015 si trasferisce a Torino e muove i primi passi nel settore cinematografico come assistente alla regia. Nel 2016, insieme a Flora Ciccarelli, fonda il collettivo artistico Uonnabi, tramite il quale cura progetti editoriali incentrati sulle tematiche di genere.

Insieme
(Italia/2019) di Stefano Triggiani (9')
keyboard_arrow_down

Il dolore straziante del distacco in amore di due giovanissimi. Lei che non si fida di lui e del tempo che li separerà, lui che la riprende per cercare di consolarla. Senza mai riuscirci, nemmeno per un secondo, nemmeno per un attimo.

Stefano Triggiani (Bari, 1991)

Nel 2016 si iscrive al Dams Cinema di Bologna. Nel 2017 realizza, per un incontro all’Università di Padova, un videoreportage sul CPA di Cona (Venezia). Nel 2018 scrive e dirige con Paolo Imbrenda il corto Pensati libera. Nel 2019 frequenta il Corso di Alta Formazione in Fotografia statica e in movimento presso la Cineteca di Bologna, al termine del quale realizza il progetto Insieme.

Il fagotto
(Italia/2019) di Giulia Giapponesi (15')
keyboard_arrow_down

Due donne, vent’anni tra loro. Cosa le lega? Uno stesso cerchio che si apre e che si chiude: quello della fertilità. E un paese di un immaginario futuro che chiede conto alle donne della loro mancata maternità.

Giulia Giapponesi (Bologna, 1980)

Montatrice per Maxman Coop, partecipa alla postproduzione dell’Ispettore Coliandro. Nel 2012 fonda l’Associazione culturale Kinodromo, di cui è stata presidente fino al 2014. Nel 2019 ha realizzato il documentario Carracci, la rivoluzione silenziosa.

Lingua
Lingua: italiano
Festival