H 21.30
Sabato
21 Nov 2020

Visioni Italiane / Concorso

Visioni Italiane in streaming
#visioniitaliane
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
Amateur
(Italia/2019) di Simone Bozzelli (15')
keyboard_arrow_down

In un caldo pomeriggio, Serena aiuta Christopher a studiare tedesco. Lui, annoiato, preferisce riprenderla con il suo cellulare. Attraverso quel gioco i due si avvicinano e scoprono un’intimità inaspettata.

Simone Bozzelli (Silvi, 1994)

È diplomato in Media design e arti multimediali alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Tra le sue opere i corti Mio fratello (2015) e Loris sta bene (2017), in concorso a Visioni Italiane 2017. Dal 2018 studia regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Il nostro tempo
(Italia/2019) di Veronica Spedicati (16')
keyboard_arrow_down

La piccola Roberta vorrebbe godersi gli ultimi giorni d’estate ma suo padre Donato la costringe ad aiutare con le faccende domestiche. La scoperta della fragilità di Donato restituirà valore al loro tempo insieme.

Veronica Spedicati (Roma, 1988)

Laureata al Dams di Roma Tre, collabora con l’Istituto Statale Sordi di Roma e lavora come assistente alla regia. Tra le sue opere il documentario La prima (2015) e Il giorno della patata (2018), in concorso a Visioni Italiane 2019.

Baradar
(Italia/2019) di Beppe Tufarulo (15')
keyboard_arrow_down

Quando sono costretti a separarsi, Ali, dieci anni, e suo fratello Mohammed, diciotto anni, sono già in viaggio da molto tempo. Tre anni prima, una bomba ha distrutto la loro casa a Kabul e ucciso i loro genitori.

Beppe Tufarulo (Milano, 1975)

Ha iniziato la sua carriera lavorando come regista per MTV. Tra le sue opere il cortometraggio We Love Our Clients (2010) e il documentario I figli della Shoah (2014), presentato in anteprima al Festival internazionale del film di Roma. Attualmente lavora come regista di spot pubblicitari e sta realizzando il suo primo lungometraggio.

Memorie di Alba
(Italia/2019) di Maria Steinmetz e Andrea Martignoni (7')
keyboard_arrow_down

Alba ricorda come si è innamorata di Pierino, amico di suo fratello, nell’Italia del secondo dopoguerra.

Maria Steinmetz (Bryansk - Russia, 1979) e Andrea Martignoni (Bologna, 1961)

Maria ha studiato presso l’Università del cinema e della televisione HFF Konrad Wolf in Potsdam-Babelsberg (Germania) e dal 2015 lavora come animatrice freelance. Andrea è laureato al Dams di Bologna e da vent’anni realizza colonne sonore per cortometraggi di animazione. Memorie di Alba è il suo primo film come co-autore.

Accamòra
(Italia/2020) di Emanuela Muzzupappa (11')
keyboard_arrow_down

Il rito della raccolta dei fichi rappresenta un punto saldo nella vita di Antonio. Anche quest’anno, con il fratello maggiore, deve portarla a termine, ma giunta la fine della giornata scopre che quella non è una volta come le altre.

Emanuela Mazzuppa (Reggio Calabria, 1995)

Laureata alla NABA in Media Design e Arti Multimediali, frequenta il corso di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Come lavoro di laurea realizza il suo primo cortometraggio, Legami. Nel 2020 scrive e dirige Accamòra.

Una tradizione di famiglia
(Italia/2019) di Giuseppe Cardaci (11')
keyboard_arrow_down

Un anno dopo l’altro, ma tutto non è come prima. Mauro oggi compie gli anni, ma sua moglie non c’è più. Una tradizione ‘deve’ proseguire anche dopo il lutto? È la domanda che divide le due figlie.

Giuseppe Cardaci (Catania, 1990)

È laureato in Graphic Design all’Accademia di Belle Arti di Catania e specializzato in Film e New Media alla Naba di Milano. Tra i suoi lavori i cortometraggi Carmen (2015) e Due mesi e mezzo (2018).

Lingua
Lingua: italiano
Festival