Domenica 22 a Visioni Italiane | Incontri con Jasmine Trinca, Alba Rohrwacher, Alice Rohrwacher

Giornata conclusiva per la 26ª edizione del festivalVisioni Italiane: domenica 22 novembre, alle ore 17.30, vedremo l’esordio alla regia per Jasmine Trinca con il cortometraggio Being My Mom, per il quale sceglie il volto di Alba Rohrwacher: in una Roma deserta e assolata una madre e una figlia camminano senza sosta, trascinando una valigia. Si cercano, si sfuggono, i ruoli si ribaltano. Finché, in un solo gesto, si disvela davanti a loro l’epifania inaspettata di quell’amore. Il film sarà presentato proprio da Jasmine Trinca e Alba Rohrwacher.

Ma già alle ore 16, sempre di domenica 22 novembre, c’è l’incontro con i grandi direttori della fotografia del cinema italiano contemporaneo: Daniele Ciprì, Gianfilippo Corticelli, Daria D’Antonio.

Al termine dell’incontro, alle ore 17, vedremo invece il cortometraggio girato in lockdown da Alice Rohrwacher, Le quattro strade: con una vecchia macchina 16mm, qualche metro di pellicola scaduta e uno zoom, Alice fa visita ai suoi vicini di casa in località Quattro strade.

Alle ore 18.30, la cerimonia di premiazione di questa 26ª edizione di Visioni Italiane, e, alle ore 20, la proiezione dei film vincitori.

Chiude la serata, alle ore 21.30, il documentario di Mauro Bartoli, Narratore dell’avvenire, dedicato al poeta Giovanni Pascoli: Dopo oltre un secolo dalla morte di Giovanni Pascoli è decaduto il vincolo di segretezza sul carteggio con il fratello Raffaele. Sono centinaia di fogli nei quali il poeta parla di sé, di sogni e desideri, di timori e malinconie, di necessità fisiche ed intellettuali. Esce da quelle lettere una voce nuova, quella del poeta che si confida con un fratello. Il documentario racconta Pascoli, intrecciando la voce intima del poeta con la sua storia e i suoi versi.